Non possibile visualizzare il filmato. Potrebbe essere necessario installare il plugin flash, puoi scaricarlo qui

Centro di recupero di fauna selvatica

 


Accogliere animali trovati in difficoltà dai cittadini, curarli con adeguate tecniche veterinarie, riabilitarli alla vita selvatica e rilasciarli, quando possibile, nel loro ambiente naturale per mantenere l’equilibrio dell’ecosistema.

Al Parco dello Storga, è attivo il primo Centro Recupero Fauna Selvatica della Provincia di Treviso dove dal 2001, ad oggi, sono stati effettuati 5.532 interventi - il 32% su rapaci, il 13% su animali acquatici e il 13% su mammiferi - che hanno portato alla liberazione di circa il 35% dei soggetti ricoverati.

 

Il Centro di Recupero per la Fauna Selvatica è composto da un fabbricato suddiviso in molti spazi, tra i quali una sala operatoria, una sala radiografia con sala sviluppo, una sala preparazione cibo, una sala degenza e una sala per quarantena. Il Centro dispone però anche di una vasta area scoperta di oltre 2.000 metri quadri di cui un terzo adibito alla riabilitazione dei pennuti che possono tornare in libertà, come voliere e tunnel di volo. 

 

Il Centro si avvale della collaborazione dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie per il monitoraggio delle patologie degli animali (cimurro, rabbia silvestre, influenza aviaria, ecc.).

Chiunque trovi un animale ferito o in difficoltà può chiamare il centro e nel giro di poche ore la bestiola verrà ricoverata presso le strutture provinciali e sottoposta alle cure necessarie.

 

Il Centro Recupero Fauna Selvatica dal 1 di Agosto 2017 seguirà il seguente orario: 7.00-18.00. Si ricorda che il servizio di recupero della fauna selvatica ferita o in difficoltà è attivo 7 giorni su 7 escluse le festività di Natale, Capodanno e Pasqua.
Il servizio è attivo sul territorio della Provincia di Treviso, chiamando il numero 3204320671 e chiedendo del Dr. Frasson Luca.



Liberazione dei Rapaci

 

 

ATTIVITA' RECENTI

 

  Immagine in formato JpegVolpe che si aggirava in una piazza del centro storico di Treviso. L'animale è stato affidato alla polizia provinciale venatoria che l'ha trasportato al centro di recupero della fauna selvatica, dove sarà valutata la capacità dell'animale, che appariva quasi addomesticato, di sopravvivere in autonomia in un ambiente selvatico, dove verrà poi trasferito.

 

Durante la Giornata Ecologica, la Polizia Provinciale Ittico Venatoria, assieme ai Funzionari del Centro di recupero della Fauna selvatica della Provincia di Treviso, ha liberato un rapace sulle colline di Onigo, dando vita ad un'interessante lezione soddisfacendo le tante domande e curiosità dei ragazzi presenti. Immagine in formato Bitmap



Recapiti - Informazioni

 

Dr. Luca Frasson

 

Provincia di Treviso – Servizio Caccia, Pesca e Agricoltura

Sede del Centro Recupero della Fauna Selvatica

via Cal di Breda, 132 - 31100 Treviso

Telefono: (+39) 320 432-0671

E-mailrecuperoselvatici@provincia.treviso.it

Servizi per il cittadino

Responsabile del Settore

Agostino Battaglia

+39 0422 656286

Scrivi all'ufficio

 


 
 
 
 
 
 
 
 

Provincia di Treviso | P.IVA 01138380264    |   CSS  |  XHTML 1.1 | PRIVACY | COOKIES