Non possibile visualizzare il filmato. Potrebbe essere necessario installare il plugin flash, puoi scaricarlo qui

Il piano Faunistico Venatorio Regionale

 


Il Piano faunistico venatorio regionale, sulla base dei criteri dettati dall’art. 10 della Legge 157/92, è approvato dal Consiglio regionale su proposta della Giunta regionale ed ha validità di cinque anni, come previsto dall’art. 8 della Legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50.

Il Piano, corredato dalla relativa cartografia e dal regolamento di attuazione, ha i seguenti contenuti e finalità:

  • attuazione della pianificazione faunistico venatoria mediante il coordinamento dei Piani provinciali (adeguato, ove necessario, ai fini della tutela degli interessi ambientali e di ogni altro interesse regionale);
  • criteri per l’individuazione dei territori da destinare alla costituzione delle Aziende faunistico venatorie, delle Aziende agri-turistico-venatorie e dei Centri privati di riproduzione della fauna selvatica allo stato naturale;
  • schema di Statuto degli Ambiti territoriali di caccia;
  • indice di densità venatoria minima e massima per gli Ambiti territoriali di caccia;
  • modalità di prima costituzione dei Comitati direttivi degli Ambiti territoriali di caccia e dei Comprensori alpini, loro durata, norme relative alla loro prima elezione e rinnovo;
  • criteri e modalità per l’utilizzazione del fondo regionale per la prevenzione ed i danni prodotti dalla fauna selvatica e nell’esercizio dell’attività venatoria, previsto dall’art. 28 della L.R. 50/93;
  • disciplina dell’attività venatoria nel territorio lagunare vallivo;
  • criteri per l’assegnazione del contributo ai proprietari e conduttori di fondi rustici ai fini dell’utilizzo degli stessi nella gestione programmata della caccia, di cui al comma 1 dell’art. 15 della Legge 157/92.


Con Legge Regionale n. 1 del 05/01/2007 (BUR n. 4 del 9.1.2007), modificata dall'ultima  DGR n. 2463 del 4/08/2009, e’ stato approvato il nuovo Piano Faunistico venatorio regionale 2007/2012, avente validita’ quinquennale (dal 1° febbraio 2007 al 31 gennaio 2012). Il Piano Faunistico venatorio è costituito dai seguenti documenti:

  • Allegato A - Regolamento di attuazione (aggiornato ad agosto 2009)
  • Allegato B  - Cartografia (aggiornato ad agosto 2009)
  • Allegato C  - Quadro riepilogativo regionale (aggiornato ad agosto 2009)
  • Allegato D  - Quadro di sintesi delle misure di attenuazione previste dalla valutazione di incidenza (aggiornato ad agosto 2009)
  • Allegato E  - DGR n. 2371 del 27 luglio 2006 “Direttiva 92/43/CEE e 79/409/CEE. DPR 8 settembre 1997, n. 357 - Approvazione del documento relativo alle misure di conservazione per le Zone di protezione speciale ai sensi delle direttive 79/409/CEE e 92/43/CEE e del DPR n. 357/1997.”


Qui di seguito sono riportate le delibere che hanno modificato il Piano Faunistico venatorio: 


Documentazione integrativa:

  • DPGR n° 148  del 4 agosto 2009 ''Integrazione al DPGR n° 138/2007''
  • DPGR n° 138 del 24 luglio 2007 ''Disposizioni in ordine alla tabellazione da apporre al fine di identificare zone sottoposte a particolare regime''
 
Servizi per il cittadino

Responsabile del Settore

Agostino Battaglia

+39 0422 656286

Scrivi all'ufficio

 


 
 
 
 
 
 
 
 

Provincia di Treviso | P.IVA 01138380264    |   CSS  |  XHTML 1.1 | PRIVACY | COOKIES